Sistema informativo gestionale per il recupero e la ridistribuzione di beni e di alimenti invenduti, per la prevenzione delle situazioni di emergenza e di marginalità sociale espresse dalla carenza di bisogni essenziali.

Il progetto S.I.G.LAM approda alla 79ma Fiera del Levante

Album Fotografico

padiglione della Regione Puglia

Il padiglione della Regione Puglia

padiglione della Regione Puglia

Con i consiglieri Bozzetti e Laricchia

Consiglieri del Movimento 5 Stelle

Con i consiglieri del Movimento 5 Stelle

Consiglieri Bozzett e Di Bari

Con i consiglieri Bozzetti e Di Bari

All'interno dello stand

All'interno dello stand

All'interno dello stand

All'interno dello stand

CNR

Il CNR all'interno dello stand

CNR

Con il Presidente Michele Emiliano


In diretta dalla 79ma Fiera del Levante

Ritieni che lo spreco alimentare sia una problematica a cui dovrebbe essere attribuita maggiore attenzione? Progetti come S.I.G.LAM possono rappresentare uno strumento efficace per il recupero dei prodotti alimentari scartati o invenduti? Indicaci cosa ne pensi.

Come presidente di una ODV che organizza il Banco Alimentare nella città di Brindisi ritengo notevole questa iniziativa. Devo rilevare che nonostante il servizio che rendiamo alla gente in difficoltà non riceviamo nessun aiuto dal Comune. Dovrebbe fornire locali per svolgere questa attività
Gianni Siaso (ITALIA)

Ritengo che il recupero dei prodotti alimentari invenduti debba coinvolgere anche altri enti pubblici no profit (vedi istituti alberghieri che utilizzano materie prime per la formazione)
Giovanni Semeraro (ITALIA)

Mi piacerebbe sapere quali opportunità si possono creare nel "no food". Conoscere la destinazione e gli eventuali costi di smaltimento della merce invenduta e in disuso(abbigliamento, prodotti per l'igiene, ecc)
Angelo Cuccovillo (ITALIA)

Il sistema si può applicare per associazioni di volontariato, mense sociali, in strutture che garantiscono il consumo immediato
Stefania Morrone (ITALIA)

Ritengo che sia un'ottima iniziativa. Pensando a quanto cibo i supermercati cestinano ad esempio il pane che potrebbe sfamare milioni di persone
Costanza Placido (ITALIA)

Ritengo utilissima l'iniziativa che può anche avere degli spunti sotto il profilo pubblicitario per le società che aderiranno. Mai come oggi iniziative di questo genere contribuiscono a ridurre le paure e le angoscie che gravano sulle persone
Francesco Mancini - Presidente fondazione Sigmund Freud (ITALIA)

Lo spreco alimentare deve essere inserito tra le priorità delle politiche sociali locali e nazionali. I progetti come Siglam dovrebbero essere diffusi tramite la "pubblicità sociale" e messi in rete.
Gianluca Carbonara (ITALIA)

Sulla Terra c'è cibo per tutti. E' sufficiente condividerlo...
Giuseppe Cannito (ITALIA)

Il progetto si potrebbe allargare ai privati. Creare una app per lo scambio dei cibi in scadenza anche tra le stesse famiglie
Angelo Colelli (ITALIA)

Ritengo che lo spreco alimentare dovrebbe essere gestito con maggiore attenzione, cercando attraverso la nascita di progetti come questo di dare la possibilità alle famiglie meno abbienti la garanzia di un pasto caldo ogni giorno. Quindi mi auguro che progetti come Siglam possano moltiplicarsi e raggiungere più famiglie possibili
Angelo Micaletto (ITALIA)

Sono favorevole all'iniziativa di Siglam esprimo il mio pieno consenso al progetto. Spero che si allarghi a tutte le città del meridione.
Wylly Cozzolino(ITALIA)

Ritengo che sensibilizzare la popolazione a non eccedere nello spreco sia fondamentale per diversi fattori, oltre che essere utile verso famiglie bisognose può essere utile a chi sprecando non riesce a valutare gli aspetti nutrizionali della propria famiglia e questo potrebbe essere un aiuto nella valutazione dell'eccesso nutrizionale che sempre più colpisce gli ambiti familiari
Elisa Vadrucci(ITALIA)

Si certo organizzare la rete per la ridistribuzione delle risorse alimentari è necessario. Ottima iniziativa/progetto
Michele Cito(ITALIA)

Sarebbe interessante coinvolgere anche strutture alberghiere
Giuseppe Lago(ITALIA)

Sicuramente al mondo d'oggi lo spreco alimentare è diventato un modo molto negativo per educare il prossimo a d
Giuseppe Lago(ITALIA)